Dialogo all’interno della comunitá internazionale per riconoscere protezione ai c.d. “migranti climatici”

Con l’espressione “migranti climatici” ci si riferisce a coloro i quali sono costretti a fuggire dal proprio Paese di cui hanno la cittadinanza, a causa di un cambiamento climatico o di un disastro naturale. Vi é un vuoto di protezione nei confronti di tali soggetti, i quali non rientrano né nella definizione di “rifugiato”, né in quella di “internally displaced person” (sfollato interno). A partire dal 2012 Svizzera e Norvegia hanno dato il via alla c.d. “Nansen initiative”, al fine di creare consenso all’interno della comunitá internazionale riguardo alle modalitá con cui affrontare il problema. Il dialogo é in corso, qui maggiori dettagli.

Annunci