Giovani rifugiate siriane “vendute per matrimonio” in Giordania

La drammatica situazione siriana sta portando diverse famiglie a combinare matrimoni tra le proprie figlie e uomini molto più anziani in cambio di denaro. Uomini dai 50 agli 80 anni richiedono ragazze che possiedano determinate caratteristiche: le ragazze devono avere una carnagione chiara, gli occhi azzurri o verdi e devono essere giovani, non più di 16 anni. I matrimoni sono a breve termine: solitamente dopo un paio d’anni si concludono con un divorzio.

Il procedimento avviene con la mediazione di ONG locali che mettono in contatto le famiglie con i futuri mariti.

Il Rappresentante dell’UNHCR in Giordania ha dichiarato: “I can’t think of anything more disgusting than people targeting refugee women… You can call it rape, you can call it prostitution, you can call it what you want but it’s preying on the weakest”.

Leggi l’articolo della BBC.

Annunci