La Convenzione di Istanbul entra in vigore

CaptureCon la ratifica da parte di Andorra, a partire dall’1 agosto 2014 entrerà in vigore la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, conosciuta anche come Convenzione di Istanbul.

L’Italia ha ratificato questa Convenzione il settembre scorso. Ad oggi gli altri Stati parte sono Albania, Andorra, Austria, Bosnia e Herzegovina, Danimarca, Montenegro, Portogallo, Serbia, Spagna e Turchia.

Il testo, che mira a proteggere le donne contro la violenza, inclusa quella domestica, contiene anche norme che riguardano le donne richiedenti asilo. L’articolo 60, infatti, rubricato Richieste di asilo basate sul genere, prevede che la violenza di genere possa essere “riconosciuta come una forma di persecuzione ai sensi dell’articolo 1, A (2) della Convenzione relativa allo status dei rifugiati del 1951 e come una forma di grave pregiudizio che dia luogo a una protezione complementare / sussidiaria”.

L’articolo 61, invece, riconosce il principio di non-refoulement ponendo particolare attenzione alle donne bisognose di protezione.

Leggi qui il testo della Convenzione di Istanbul.

Annunci